La Rivoluzione Francese contro il riscaldamento globale

La Francia sta per lanciare un’azione diplomatica senza precedenti per condurre le nazioni, grandi e piccole, verso una comune presa di coscienza sul cambiamento climatico e ne discuterà al meeting di Parigi, già da oggi considerato il grande momento di non ritorno per il movimento di opinione contro il riscaldamento globale.

Ognuno degli ambasciatori di Francia, in ambasciate e consolati di tutto il mondo – secondo il quotidiano The Guardian – è stato istruito sulle esigenze del cambiamento climatico e istruito su come comunicare i messaggi ai governi che si occupano del problema, in vista del vertice di Parigi, che inizierà il 30 novembre.

Tutti gli ambasciatori francesi sono intervenuti ad eventi pubblici, riunioni private, colloqui con le loro controparti diplomatiche, sia imprese che ONG, ma anche scuole e università.

A Parigi, le pareti esterne del ministero degli Esteri sono tappezzate di una serie di striscioni che veicolano in diverse lingue i messaggi che saranno lanciati da Climat 2015.

Anche la Torre Eiffel è stata messa al servizio di questa imponente campagna di comunicazione, illuminata di notte con slogan sul clima.

Il presidente francese, Francois Hollande, ha visitato molti leader mondiali per tutto l’anno scorso e nel 2015, chiedendo loro di venire a Parigi.

Laurent Fabius, ministro degli esteri, che si occuperà dei colloqui, ha reso pubblica la sua agenda con gli interventi che farà in pubblico. Lo stesso ha fatto Ségolène Royal, ministro dell’Ambiente, che ha presenziato a conferenze sul tema in giro per il mondo.

Insomma, la “diplomazia sul clima”, non ha mai visto una spinta così intensa e concertata.

“E’ una priorità assoluta per la nostra diplomazia. Tutti i nostri ambasciatori sono pienamente mobilitati in tutto il mondo”, ha dichiarato Sylvie Bermann, ambasciatore francese nel Regno Unito.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La Rivoluzione Francese contro il riscaldamento globale