La PlayStation sgambetta Sony: titolo a picco a Tokyo

(Teleborsa) – Lunedì da dimenticare per Sony. Il colosso tecnologico giapponese ha chiuso le contrattazioni sulla Borsa di Tokyo con un crollo dell’8% – si tratta della maggior perdita da settembre del 2015 – dopo aver svelato conti giudicati non soddisfacenti dagli analisti e preannunciato un taglio delle stime sui ricavi.

A deludere è stato soprattutto il business dei giochi, il cui utile operativo è calato del 14% nel terzo trimestre. Nello stesso periodo sono state vendute 8,1 milioni di PlayStation 4, un risultato in calo rispetto al terzo trimestre dell’anno precedente ma giudicato dal management “in linea con le aspettative societarie”.

In generale, il bilancio si è chiuso con un utile operativo di 377 miliardi di yen, in aumento rispetto ai 351 miliardi del terzo trimestre del 2017 ma al di sotto del consensus che indicava 365 miliardi. Escludendo un guadagno straordinario proveniente dal consolidamenti di EMI, il dato scende a 260 miliardi di yen.

I ricavi segnano invece una discesa del 10% a 2.400 miliardi di yen.

Quanto all’outlook, Sony ha abbassato le stime sui ricavi dell’intero esercizio, visti ora a 8.500 miliardi di yen a fronte degli 8.700 miliardi indicati nel forecast di ottobre.

La PlayStation sgambetta Sony: titolo a picco a Tokyo