La Pagella dell’UE. Bruxelles avverte l’Italia: “Squilibri eccessivi continuare il percorso sulle riforme”

(Teleborsa) – “Rilanciare gli investimenti”, attuare “riforme strutturali” e perseguire “politiche di bilancio responsabili”. Sono questi gli sforzi essenziali che si rifanno alle priorità del semestre europeo di quest’anno per rilanciare la ripresa in Europa e, promuovere la convergenza, che stanno compiendo gli Stati membri nel contrastare gli squilibri delle loro economie.

Lo scrive la Commissione europea secondo cui gli squilibri macroeconomici, dell’Italia restano “eccessivi” come quelli di Bulgaria, Croazia, Francia e Portogallo, ma per nessuno di questi paesi scatta una procedura con richiesta di correzione. Lo scorso novembre l’UE ha deciso che 18 Stati membri sarebbero stati sottoposti a un esame approfondito per valutare l’eventuale presenza e portata di squilibri macroeconomici.

“Oggi possiamo constatare chiaramente che i paesi che hanno promosso riforme economiche con maggiore rapidità e profondità stanno raccogliendo i frutti del loro lavoro. Altri devono aumentare la posta in gioco se vogliono garantire più occupazione e crescita ai loro cittadini” ha commentato il Commissario Pierre Moscovici aggiungendo: “Dobbiamo esaminare in dettaglio le sfide di ogni singolo paese, anche nel quadro del previsto dialogo con le autorità nazionali, per sostenere e incoraggiare questo percorso di riforma che considero assolutamente necessario.”

Quanto all’Italia “è necessario continuare lo sforzo in corso sulle riforme”, ha detto il vicepresidente della Commissione UE, Valdis Dombrovskis, avvertendo che “può essere messa nel braccio correttivo della procedura” di squilibri in qualunque momento, ma le successive decisioni dipendono da “quanto è ambizioso il piano di riforme nazionale” che si presenta ad aprile-maggio.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La Pagella dell’UE. Bruxelles avverte l’Italia: “Squ...