La Nuova Alitalia scalda i motori, arrivate 4 offerte a Mediobanca

Sul tavolo le offerte degli aspiranti soci: Efromovich, Toto e la lettera di Atlantia. C’è anche Lotito. Di Maio auspica che "Fs scelga lʼofferta più ambiziosa"

La Nuova Alitalia scalda ufficialmente i motori e prepara finalmente il decollo, dopo mesi di stallo e trattative. 

PRESENTATE 4 OFFERTE – Sul tavolo di Mediobanca, advisor di Fs, nella giornata di ieri, come da tabella di marcia, sono arrivate le offerte per la costituzione della newco da parte del gruppo Toto, dell’azionista di maggioranza della compagnia colombiana Avianca, German Efromovich e del presidente della Lazio, Claudio Lotito. Anche Atlantia è della partita. La holding dei Benetton però ha mandato una lettera di tono diverso: “Siamo interessati, ma dobbiamo prima approfondire il piano industriale e verificare se è sostenibile”, ha precisato la società guidata da Giovanni Castellucci.

Archiviate, infatti, le polemiche tra l’ala cinque stelle dell’esecutivo e Autostrade per il crollo del Ponte Morandi, lo scorso giovedì il cda di Atlantia (che controlla Autostrade) ha dato mandato all’ad Giovanni Castellucci di approfondire il piano industriale di Alitalia “preso atto dell’interesse della società controllata Aeroporti di Roma per una compagnia di bandiera competitiva e generatrice di traffico e gli opportuni e necessari interventi per un duraturo ed efficace rilancio della stessa, riferendo in una prossima riunione consiliare per le opportune valutazioni ed eventuali connesse deliberazioni”.

 

I prossimi step – Adesso palla a FS, cui spetta valutare le proposte sotto il profilo industriale e finanziario nel corso del Cda fissato per la giornata di oggi, lunedì 15, alle 12,30, con il supporto dell’istituto di credito.

Valutazioni che subito dopo saranno sottoposte all’attenzione del MISE e ai commissari di Alitalia per la costituzione del consorzio che potrebbe non essere, in un primo momento, diviso in quote. Oltre alle quattro proposte, ci sono anche Fs, Mef e Delta, con Ferrovie e Tesoro che costituiranno lo zoccolo pubblico, come caldeggiato dal ministro Di Maio.

Le offerte, che non sono vincolanti, permetteranno ai proponenti che supereranno l’esame di Fs, di mettere a punto la futura governance societaria e il piano industriale.

“Bene le quattro offerte. Ci sono tutti i margini per decidere il consorzio e rilanciare definitivamente Alitalia. Le numerose offerte arrivate dimostrano la bontà dell’operazione di mercato”, commentano al Mise. “Sono state presentate quattro offerte per la nuova Alitalia. Hanno avanzato un’offerta economica il patron della compagnia aerea Avianca, il gruppo Toto, il gruppo Atlantia e il patron della Lazio Claudio Lotito. È una buona notizia. Ci sono più possibilità di scelta”, ha detto su Facebook Di Maio.

SI SCELGA OFFERTA PIU’ AMBIZIOSA – “Domani (oggi, lunedì 15 luglio, ndr) è una giornata importante, perché il Consiglio di Amministrazione di Ferrovie dello Stato dovrà scegliere il partner (o i partner) con cui iniziare il percorso per la nuova Alitalia. Auspico che si scelga tra le offerte più ambiziose e non tra quelle più conservative”. 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La Nuova Alitalia scalda i motori, arrivate 4 offerte a Mediobanc...