La moda italiana conquista le donne cinesi

(Teleborsa) – Le donne cinesi adorano i grandi marchi della moda italiana, tanto che nel 2015 la domanda cinese è aumentata del 32%. E’ quanto emerso dalla conferenza stampa tenutasi oggi a Milano, organizzata dal Gruppo asiatico IFF (International Fine Fashion Group) e da Retaily.

Il Gruppo cinese ha già messo sotto contratto 100 marchi italiani della moda (ma il loro numero crescerà nei prossimi mesi) che esporranno in 9 Fashion Center in corrispondenza delle più importanti città cinesi, con una strategia commerciale a più canali che affianca la vendita al dettaglio, all’ingrosso e online.

Il primo Concept Store di IFFG aprirà a Shanghai nel settembre del 2016 mentre gli altri Fashion Center saranno aperti a Changsha, Shenzhen, Xian, Hangzhou, Beijing, Wuhan, Shengyang e Xiamen.

“Mentre i grandi marchi della moda internazionale stanno perdendo quote di mercato in Cina – ha spiegato Dan Jiang, Project Manager IFFG – la domanda di prodotti italiani di qualità, e dal prezzo accessibile, continua a crescere in modo costante”. “Si tratta di aziende storiche della tradizione italiana, ma anche di linee nuove e stilisti emergenti, destinati ad incontrare il gradimento di grandi fasce di consumatori cinesi, soprattutto quello delle classi medie urbane emergenti”.

Giacomo Gardumi, Chairman di Retaily, ha spiegato che “le tempeste speculative registrate sulle borse di Shanghai e Shenzhen non impattano sull’economia reale della Cina, che è, per sua natura, impermeabile alle dinamiche della finanza internazionale”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La moda italiana conquista le donne cinesi