La manifattura USA sorprende in positivo: indice a 51,4 punti

(Teleborsa) – L’attività manifatturiera degli Stati Uniti dovrebbe aver subito un’accelerazione a giugno, confermando l’andamento altalenante che vige ormai da inizio 2016.

A giugno la stima flash sull’indice PMI manifatturiero indica un livello di 51,4 punti, in miglioramento rispetto ai 50,7 di maggio. Il dato, pubblicato da Markit, batte le attese del mercato che erano per un una risalita sino a 50,8 punti.

L’indice si conferma al di sopra della soglia chiave dei 50 punti, denotando un’espansione del settore manifatturiero.

Commentando il dato, Chris Williamson, capo economista Markit, dichiara che si tratta del “PMI più veloce di giugno, che porta con sé notizie di miglioramento dell’attività produttiva”, anche se resta debole il mercato del lavoro. “Nonostante il miglioramento nel mese corrente, il trimestre a giugno è risultato essere il peggiore, sia in termini di produzione che di crescita dell’occupazione, dal 2009”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La manifattura USA sorprende in positivo: indice a 51,4 punti