La Federal Reserve dà la carica alle Borse asiatiche

(Teleborsa) – La Federal Reserve dà la carica alle Borse asiatiche.

Ieri sera il Comitato di politica monetaria della Banca Centrale statunitense ha deciso di alzare il costo del denaro per la prima volta da dicembre del 2008.

Questa mossa, ormai ampiamente attese dagli analisti e incamerata dai mercati, ha infuso ottimismo sulla solida ripresa dell’economia statunitense che, a detta della Chairwoman Janet Yellen, è ormai solida.

A Tokyo l’indice Nikkei ha guadagnato l’1,59% a 19.353 punti mentre il più ampio Topix ha messo a segno un balzo dell’1,56% a 1.564 punti.

Di grande aiuto il crollo dello yen sul dollaro ai minimi di una settimana come risultato della mossa della Fed e la riduzione oltre le attese del deficit commerciale del Giappone.

Tra i mercati già chiusi Seul avanza dello 0,43%, Taiwan dell’1,65%.

Fra le altre Borse ancora in contrattazione, Shanghai si allinea all’euforia generale segnando un guadagno dell’1,81%, Hong Kong avanza dello 0,67%, Singapore dello 0,58%, Jakarta dell’1,57%, Kuala Lumpur dello 0,98%. Più contenuta Bangkok, che limita la risalita entro lo 0,30%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La Federal Reserve dà la carica alle Borse asiatiche