La Fed stasera non vestirà i panni da colomba ma prenderà tempo

(Teleborsa) – Arriva anche l’appuntamento con la Federal Reserve, che questa sera annuncerà le decisioni di politica monetaria, dopo che la BCE ha promesso la scorsa settimana nuove misure a marzo ed in seguito all’ennesimo nulla di fatto della Bank of England. 

In realtà, nessuno si aspetta che il FOMC abbia cambiato idea sul fatto di aumentare gradualmente i tassi di interesse. Il comitato di politica monetaria ha ormai risposto la sua veste di colomba, per lasciar spazio ai “falchi”, anche se con moderazione. 

Il primo rialzo dei tassi dal 2006 è avvenuto a dicembre, quando il quadro internazionale era caratterizzato da una relativa tranquillità, fatti salvi i segnali di rallentamento dell’economia cinese. Oggi, la situazione appare molto cambiata e l’outlook è più incerto, per la crisi conclamata delle economie Emergenti, per il tracollo delle borse cinesi e per il tonfo del petrolio ai minimi degli ultimi 12 anni.

E’ proprio quest’ultimo fattore che peserà sulle decisioni dei banchieri centrali statunitensi, che dovranno fare i conti con una frenata dell’inflazione, una situazione che richiederebbe una politica più accomodante delle banche centrali. Lungi dal tornare sui suoi passi, la Fed prenderà atto probabilmente di questa situazione, ribadendo che prosegue una moderata ripresa dell’economia e che il fattore petrolio è solo temporaneo. 

Tradotto in parole più semplici: la Fed prenderà tempo per un altro rialzo dei tassi di interesse, forse proprio sino a marzo, quando probabilmente i mercati avranno buttato alle spalle le preoccupazioni su Cina e petrolio e saranno pronti a “digerire” un’altra piccola stretta monetaria.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La Fed stasera non vestirà i panni da colomba ma prenderà tempo