La Fed di Tarullo è più cauta sul rialzo dei tassi

(Teleborsa) – Il membro della Fed, Daniel Tarullo, noto come “colomba” all’interno della banca centrale statunitense, ovvero sostenitore della linea espansiva in termini di politica monetaria, ha mostrato cautela per un rialzo dei tassi nel prossimo futuro.

Il banchiere, non ha escluso un aumento del costo del denaro, negli Stati Uniti, quest’anno, ma è convinto che sarebbe meglio vedere un’inflazione in salita al ritmo più veloce di quello attuale.  

Durante un’intervista all’emittente televisiva Cnbc, il governatore ha spiegato che l’andamento dei dati macroeconomici americani “solleva la questione della direzione da dare ai tassi di interesse nel breve periodo”. C’è l’opportunità di continuare a fare “progredire l’occupazione” e tutti gli elementi a disposizione daranno l’opportunità per “un’accesa discussione” durante il prossimo meeting del FOMC”, il comitato monetario della Fed, del 20 e 21 settembre.

Più dura la linea delineata dal falco Eric Rosengren, convinto che l’economia USA e i mercati finanziari “rischiano di surriscaldarsi” dunque l’ipotesi di alzare i tassi di interesse appare “ragionevole”.

La Fed di Tarullo è più cauta sul rialzo dei tassi