La disoccupazione scende ancora in USA

(Teleborsa) – Rallentano marginalmente le nuove domande di sussidio alla disoccupazione negli Stati Uniti, confermandosi anche al di sotto delle aspettative degli analisti, dopo che i licenziamenti hanno registrato una brusca frenata a maggio.

Nella settimana al 28 maggio i “claims” hanno mostrato una discesa di 1.000 unità a 267 mila, rispetto alle 268 mila della settimana precedente. Le stime degli analisti erano per un aumento a 270 mila unità. Con questa sono 65 settimane consecutive di richieste sotto quota 300 mila, la più lunga striscia dal 1973.

La media delle ultime quattro settimane – in base ai dati del Dipartimento del Lavoro americano – si è assestata a 276.750 unità, in calo di 1.750 unità rispetto alle 278.500 della settimana precedente. La media a quattro settimane viene ritenuta un indicatore più accurato dello stato di salute del mercato del lavoro, in quanto appiana le forti oscillazioni osservate settimanalmente.

Infine, nella settimana al 21 maggio, le richieste continuative di sussidio sono cresciute di 12 mila unità a 2,172 milioni. La media delle ultime quattro settimane si è attestata a 2.162.500 unità, in aumento di 12.000 unità rispetto alla settimana precedente.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La disoccupazione scende ancora in USA