La disoccupazione risale in USA, ma meno del previsto

(Teleborsa) – Crescono meno delle attese le richieste di sussidi alla disoccupazione in USA, nella settimana al 24 settembre. Il mercato del lavoro americano conferma quindi un’ottimo stato di salute, mantenendo la disoccupazione ai minimi dal lontano 1973.

I “claims” sono saliti di 3.000 mila unità a 252 mila dai 251 rivisti della settimana precedente (preliminare 252 mila). Le previsioni degli analisti erano invece per un più marcato aumento a 260 mila unità.Le richieste di sussidio continuano così a scendere da moltissime settimane, la serie più lunga dagli anni ’70.

La media delle ultime quattro settimane – in base ai dati del Dipartimento del Lavoro americano – si è assestata a 256.000 unità, in discesa di 2.250 rispetto alla settimana precedente. La media a quattro settimane viene ritenuta un indicatore più accurato dello stato di salute del mercato del lavoro, in quanto appiana le forti oscillazioni osservate settimanalmente.

Infine, nella settimana al 17 settembre, le richieste continuative di sussidio sono calate di 46 mila unità a 2,062 milioni. La media delle ultime quattro settimane si è attestata a circa 2.115 unità, in calo di 23.750 unità rispetto alla settimana precedente.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La disoccupazione risale in USA, ma meno del previsto