La cura Lafley funziona: P&G fa il pieno di utili e preannuncia ricchi dividendi

(Teleborsa) – La “dieta” imposta da A.G.Lafley comincia a produrre effetti.

Procter & Gamble è riuscita infatti a fare il pieno di utili grazie al taglio dei costi e ai business “core”, sui quali il Chief Executive Officer del colosso dei beni di consumo ha deciso di puntare con forza dopo il suo ritorno alla guida dell’azienda.

Il secondo trimestre fiscale al 31 dicembre si è chiuso con un utile netto di 3,21 miliardi di dollari, o 1,12 ad azione, in crescita del 35% rispetto ai 2,37 miliardi, o 82 cent ad azione, dello stesso periodo dell’anno precedente.

Al netto delle poste straordinarie l’utile per azione è di 1,04 dollari e batte le attese degli analisti pari a 98 cent.

I ricavi sono calati dell’8,5% a 16,92 miliardi di dollari, risultando leggermente al di sotto del consensus di 16,94 miliardi ma le vendite “organiche”, che non tengono conto delle fluttuazioni valutarie, delle aqcuisizioni e delle cessioni, sono migliorate del 2%. 

Per porre un freno al costante calo degli utili P&G ha dismesso moltissimi brand e puntato sui settori e i prodotti ad alto potenziale di crescita come per esempio Gillette, Pampers e i detergenti Tide, noti in Italia con il marchio Dash.

La società ha inoltre ritoccato al rialzo i prezzi, cosa che ha compensato il calo dei volumi.

Il Gruppo ha detto che nell’anno fiscale in corso spenderà tra i 15 e i 16 miliardi di dollari in dividendi, scambi azionari e buyback. Solo di cedole intende distribuire 7 miliardi di dollari.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La cura Lafley funziona: P&G fa il pieno di utili e preannuncia ri...