La contro-OPA di ACS su Abertis passerebbe per la Germania. Atlantia soffre in Borsa

(Teleborsa) – Resta alta l’attenzione sulla vicenda dell’acquisizione di Abertis, in vista del lancio di una contro-OPA da parte degli spagnoli di ACS, società di costruzioni che fa capo al proprietario del Real Madrid, Florentino Perez.

Abertis infatti è già nelle mire dell’italiana Atlantia dei Benetton, che ha messo sul piatto 16,3 miliardi per rilevare la compagnia che gestisce le autostrade spagnole e creare così il più grande network autostradale al mondo. La posta in gioco è dunque altissima.

Dopo le voci rimbalzate dalla stampa spagnola ieri, che parlavano dell’intervento dei fondi Macquarie per alimentare le aspirazioni di ACS, ora è la volta dei rumors rimbalzati dal quotidiano Rheinische Post, che chiama in causa la società tedesca Hochtief, controllata da ACS con una quota del 72%.   

Secondo il quotidiano tedesco, ACS sarebbe disposta a pagare 17 euro per ogni azione Abertis, più dei 16,5 euro messi sul piatto da Atolantia. La contro-OPA della controllata Hochtief, di cui si riunisce proprio oggi il consiglio di sorveglianza, verrebbe finanziata con un maxi aumento di capitale d anche con l’accensione di un debito di 10 miliardi. 

Frattanto, queste continue voci non fanno bene oggi al titolo Atlantia, che reagisce nervosamente in Borsa con una perdita del 2,5%, mentre Abertis scambia a Madrid già sopra il prezzo dell’OPA a 17,085 euro.     

La contro-OPA di ACS su Abertis passerebbe per la Germania. Atlantia soffre in Borsa
La contro-OPA di ACS su Abertis passerebbe per la Germania. Atlantia s...