La Commissione europea lancia il Piano per creare il mercato unico dei capitali

Creare un mercato unico dei capitali tra i 28 Stati membri dell’Unione Europea. 

E’ questa la missione del Piano d’azione “Capital Markets Union” lanciato oggi dalla Commissione europea nell’ambito del più vasto Piano Juncker per il rilancio di lavoro, crescita e investimenti nell’Unione Europea.

Il “Capital Markets Union Plan” permetterà, tra le altre cose, di diversificare le fonti di finanziamento – tra le quali Bruxelles cita il crowdfunding – per rendere l’economia meno dipendente della banche ed agevolare piccole e medie imprese e start-up.

Inoltre creerà più opportunità per gli investitori, connetterà la finanza all’economia reale, promuoverà un sistema finanziario più forte e resistente e favorirà la concorrenza, si legge in una nota della Commissione UE.

Il tutto, entro il 2019, termine posto da Bruxelles per l’implementazione di tutte le iniziative che verranno via via approntate.

Le prime misure riguarderanno:

– Una riforma delle cartolarizzazioni attraverso norme semplici, trasparenti, standardizzate, e adeguatamente supervisionate. Secondo le stime della Commissione, se le cartolarizzazioni tornassero ai livelli pre-crisi, si genererebbero risorse aggiuntive per 100-150 miliardi di euro;

– Nuove regole prudenziali per favorire gli investimenti in progetti infrastrutturali; 

– Consultazioni pubbliche sul capitale di rischio per favorire tutte quelle società che spesso non riescono ad ottenere prestiti bancari;

– Consultazioni pubbliche sulle obbligazioni garantite, ottimo strumento per il finanziamento a lungo termine. Il Piano mira ad eliminare le frammentazioni tra i vari Stati in questo ambito.

La Commissione europea lancia il Piano per creare il mercato unico dei capitali
La Commissione europea lancia il Piano per creare il mercato unico dei...