La colomba Fed piega Wall Street

Prosegue in rosso la borsa di Wall Street con gli investitori che non hanno digerito la decisione della Fed di lasciare invariato il costo del denaro, mossa che ha accentuato i timori di un rallentamento dell’economia mondiale.

Il Dow Jones accusa una discesa dell’1,37%; sulla stessa linea, si muove in retromarcia l’indice S&P-500, che scivola a 1.967 punti. In rosso il Nasdaq 100 (-0,99%), come l’S&P 100 (-1,2%).

Forte nervosismo e perdite generalizzate nell’S&P 500 su tutti i settori, senza esclusione alcuna. Nel listino, i settori Energia (-1,99%), Finanziari (-1,68%) e Industriali (-1,61%) sono stati tra i più venduti.

Giornata da dimenticare per tutte le Blue Chip del Dow Jones, che mostrano una performance negativa. I più forti ribassi si sono verificati su Merck, che ha archiviato la seduta a -3,04%.

In apnea Goldman Sachs, che arretra del 2,92%. Tonfo di JP Morgan, che mostra una caduta del 2,76%.

Lettera su IBM, che registra un importante calo del 2,33%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La colomba Fed piega Wall Street