La Cina dice stop a WhatsApp

(Teleborsa) – Tempi duri per WhatsApp. La Cina ha bloccato la popolare applicazione di messaggistica di proprietà di Facebook.

Dopo una serie di stop and go durati mesi con funzionamento a singhiozzo, l’app si è spenta definitivamente in tutte le regioni del Dragone. 

Quella che era iniziata come una censura relativa agli allegati come foto, audio e video, adesso si è trasformata in un vero e proprio messaggi di testo.

Secondo i ben informati la censura si deve al fatto che WhatsApp scambia i dati con forme molto sofisticate di crittografia, cui i governi non possono accedere e in Cina consentite solo le app per i messaggi che possono essere intercettate dal Governo.

La Cina dice stop a WhatsApp