La Cina chiede i codici cifrati degli iPhone ma Apple si oppone

(Teleborsa) – Dopo l’FBI anche la Cina ha chiesto a Apple i codici cifrati dei dispositivi, ma la società di Cupertino si è opposta. 

Secondo quanto rivelato dal consulente legale di Apple, Bruce Sewell, nonché Senior Vice President, le autorità cinesi avrebbero richiesto la cifratura degli iPhone, più volte, negli ultimi due anni, senza ottenere risposta.  

Durante un’audizione davanti alla Camera con la Commissione per l’Energia e il Commercio, sulla questione cifratura, Sewell ha colto l’occasione per ribadire la posizione della società, ovvero la sua riluttanza al rilascio a terzi del codice sorgente di IOS a garanzia della sicurezza degli utenti e dei loro dati. 

Lo stesso Sewell ha smentito, inoltre, le indiscrezioni secondo cui Apple avrebbe ceduto alle pressioni cinesi, per ragioni di mercato. Nessun dietrofront dunque per il colosso capitanato da Tim Cook.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La Cina chiede i codici cifrati degli iPhone ma Apple si oppone