La Catalogna riprende la corsa per l’indipendenza

(Teleborsa) – La Catalogna torna a cavalcare l’onda dell’indipendenza.  

Con 70 voti a favore, 63 contrari e due astensioni, l’indipendentista Carles Puigdemont, è stato eletto nuovo presidente della Catalogna al primo turno dal Parlamento di Barcellona. Una elezione che segna il preludio all’uscita della regione dalla Spagna e che ancora più sotto pressione quei partiti nazionali, incapaci di mettere in piedi una maggioranza di governo. 

Il Parlamento catalano, ieri, ha votato infatti un nuovo presidente regionale, che avrà il chiaro mandato di condurre la Catalogna verso la secessione dalla Spagna, nel corso dei prossimi 18 mesi. Il governo che guiderà Puigdemont dovrà, in effetti, creare uno Stato nello Stato, una banca centrale indipendente catalana, un’autorità fiscale, un sistema di sicurezza sociale e forse anche un nucleo militare indipendente. 

Puigdemont, ex giornalista ed attuale sindaco della città di Girona, potrà godere di una solida maggioranza parlamentare per attuare tale piano. 

La rinnovata spinta per l’indipendenza catalana arriva in un momento di marcata debolezza e di politica alla deriva in Spagna. Le elezioni politiche, del mese scorso, hanno messo in risalto un Parlamento profondamente frammentato, tanto da far temere per l’ingovernabilità del Paese.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La Catalogna riprende la corsa per l’indipendenza