La Brexit spinge le borse europee alla deriva

(Teleborsa) – Il referendum sulla Brexit sta tenendo sotto scacco i mercati finanziari europei, già ieri preda delle vendite. Gli investitori temono il peggio mentre le grandi istituzioni rimandano le decisioni importanti, come previsto per il FOMC della Fed in programma stasera. 
Intanto le borse asiatiche archiviano un’altra seduta al ribasso. 

Ricca di dati macro l’agenda odierna.

Sessione debole per sull’Euro / Dollaro USA, che scambia con un calo dello 0,27%. 

Sale lo spread, attestandosi a 148 punti base, con un incremento di 3 punti base.

Tra le principali Borse europee, Francoforte arretra dell’1,09%, Londra registra un ribasso dello 0,61% mentre Parigi cedel’1,23%.

A Piazza Affari, il FTSE MIB è in calo (-0,87%) e si attesta su 16.478 punti, continuando sulla scia ribassista rappresentata da cinque cali consecutivi, in essere da mercoledì scorso.

Piccolo rimbalzo delle banche, ieri nell’occhio del ciclone. Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, sostenuta Banca MPS, con un discreto guadagno dell’1,10%. Giornata moderatamente positiva per Banca Popolare dell’Emilia Romagna, che sale di un frazionale +0,67%.
Le più forti vendite, invece, si manifestano su Anima Holding -1,61% e su Cnh Industrial -1,46%. Offerte anche Tenaris -1,37% e STMicroelectronics -1,36%.

La Brexit spinge le borse europee alla deriva
La Brexit spinge le borse europee alla deriva