La Borsa di New York si infiamma sull’onda degli acquisti

(Teleborsa) – Wall Street continua la seduta in territorio positivo grazie agli influssi benefici della pubblicazione dei non-farm payroll, che si sono mostrati al di sotto delle attese degli analisti. Questo dato ha incrementato le speculazioni sul taglio dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve.

Il listino USA mostra un guadagno dell’1,20% sul Dow Jones, consolidando la serie di cinque rialzi consecutivi, avviata lunedì scorso; sulla stessa linea, giornata di guadagni per lo S&P-500, che continua la giornata a 2.879,87 punti. Ottima la prestazione del Nasdaq 100 (+2,13%), come l’S&P 100 (1,4%).

Nell’S&P 500, buona la performance dei comparti informatica (+2,15%), beni di consumo secondari (+1,70%) e telecomunicazioni (+1,64%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Microsoft (+3,06%), Apple (+2,81%), Visa (+2,08%) e Intel (+2,03%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Dowdupont, che prosegue le contrattazioni a -2,12%.

Discesa modesta per JP Morgan, che cede un piccolo -0,83%.

Tra i best performers del Nasdaq 100, Mercadolibre (+5,96%), Illumina (+5,06%), Ross Stores (+3,49%) e Vertex Pharmaceuticals (+3,45%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Western Digital, che ottiene -1,28%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La Borsa di New York si infiamma sull’onda degli acquisti