La Borsa di New York si infiamma sull’onda degli acquisti

(Teleborsa) – La borsa di Wall Street si conferma tonica al giro di boa con il sentiment degli investitori sospinto dalle attese per il nuovo pacchetto di stimoli economici all’economia americana. L’attenzione degli addetti ai lavori è concentrata anche sull’importante test delle trimestrali relative al terzo periodo dell’anno.

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones un guadagno dell’1,07%; sulla stessa linea, avanza con forza l’S&P-500, che continua gli scambi a 3.542 punti. Effervescente il Nasdaq 100 (+3,54%); sulla stessa linea, ottima la prestazione dell’S&P 100 (+2,32%).

Telecomunicazioni (+3,07%), informatica (+3,02%) e beni di consumo secondari (+2,43%) in buona luce sul listino S&P 500. In fondo alla classifica, sensibili ribassi si manifestano nel comparto energia, che riporta una flessione di -0,49%.

Tra i protagonisti del Dow Jones, Apple (+6,33%), Microsoft (+3,34%), Walgreens Boots Alliance (+2,78%) e Goldman Sachs (+2,58%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su DOW, che continua la seduta con -1,66%.

Si muove sotto la parità Exxon Mobil, evidenziando un decremento dello 0,88%.

Contrazione moderata per Nike, che soffre un calo dello 0,86%.

Sottotono IBM che mostra una limatura dello 0,61%.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Apple (+6,33%), Facebook (+5,58%), Amazon (+5,30%) e Citrix Systems (+4,52%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Xilinx, che prosegue le contrattazioni a -1,66%.

Si concentrano le vendite su American Airlines, che soffre un calo dell’1,60%.

Deludente C.H.Robinson, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

Fiacca SBA Communications, che mostra un piccolo decremento dello 0,80%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La Borsa di New York si infiamma sull’onda degli acquisti