La Borsa di New York scambia sui livelli della vigilia

(Teleborsa) – Wall Street continua la seduta sui livelli della vigilia dopo la diffusione di due importanti dati macro USA che assieme al rimbalzo del petrolio sembrano aver risollevato l’umore degli investitori.
I prezzi al consumo hanno registrato un rialzo a marzo, ma inferiore alle attese del mercato, mentre le richieste di sussidio alla disoccupazione sono diminuite più del consensus.

In attesa dei discorsi di alcuni membri della Fed, come Lockhart e Powell, dall’ultimo Beige Book della Banca Centrale statunitense è emerso che la crescita dell’economia americana procede ad un ritmo modesto o moderato, con il mercato del lavoro che continua a costituire la punta di diamante della ripresa. Queste indicazioni saranno alla base delle decisioni che il FOMC, il comitato di politica monetaria della Fed, assumerà nella prossima riunione del 26 e 27 aprile.

Proprio ieri la numero uno della Fed, Janet Yellen, ha confessato al Time: una delle ragioni su cui si basa l’approccio cauto della politica monetaria della Banca Centrale USA è quello di “evitare grandi errori”. 

Riflettori puntati sulle banche, nel giorno delle trimestrali di Bank of America, Wells Fargo e Blackrock.

Il Dow Jones registra un timido rialzo dello 0,19%; resta piatto l’indice S&P-500, con le quotazioni che si posizionano a 2.085 punti. Senza direzione il Nasdaq 100 (+0,15%); poco sopra la parità lo S&P 100 (+0,27%).

In buona evidenza nell’S&P 500 il comparto Telecomunicazioni.

Tra i protagonisti del Dow Jones, JP Morgan (+1,16%), Visa (+1,00%), Exxon Mobil (+1,00%) e Merck (+0,86%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Intel, che continua la seduta con un -0,98%.

Tentennano Walt Disney e Caterpillar, entrambe in calo dello 0,65%.

La Borsa di New York scambia sui livelli della vigilia