La Borsa di New York cambia idea sul delisting delle tre società TLC cinesi

(Teleborsa) – Con un’inaspettata retromarcia la Borsa di New York ha annunciato che non intende procedere con il delisting dei tre giganti cinesi delle telecomunicazioni presi di mira dall’amministrazione Trump per i legami con le forze armate della Cina. Il New York Stock Exchange aveva annunciato la scorsa settimana di voler rimuovere China Mobile, China Telecom e China Unicom dai suoi listini.

La Borsa di New York non ha chiarito cosa le ha fatto cambiare idea e in una breve nota ha solo comunicato di aver preso la decisione “alla luce di ulteriori consultazioni con le autorità di regolamentazione competenti“. Il delisting sarebbe altrimenti avvenuto tra il 7 e l’11 gennaio, con gli investitori che avrebbero comunque avuto accesso alle azioni delle tre società perchè quotate anche sulle borse asiatiche.

Le azioni quotate a Hong Kong delle società sono aumentate dopo l’annuncio, con China Unicom che ha chiuso in rialzo dell’8,5%, mentre China Mobile ha guadagnato il 5,3% e China Telecom il 3,3%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La Borsa di New York cambia idea sul delisting delle tre società TLC ...