La BoE conferma l’outlook sull’inflazione e stima rientro graduale verso target 2%

(Teleborsa) – Attese sostanzialmente stabili sull’inflazione da parte della Bank of England. Lo conferma l’inflation report (rapporto sull’inflazione) pubblicato oggi dalla banca centrale britannica, in concomitanza con la riunione di politica monetaria, che ha deciso di alzare i tassi e confermare il piano QE anche in ragione delle prospettive d’inflazione.

Il Comitato di politica monetaria (MPC) mantiene l’outlook sull’inflazione invariato rispetto a quanto delineato al termine della riunione di agosto, confermando che la crescita dei prezzi dovrebbe rallentare l’anno prossimo per posizionarsi sul target del 2% fissato come riferimento della banca centrale, grazie anche ad un piano di graduale aumento dei tassi di’interesse.

Nell’immediato, la BoE stima un’inflazione attorno al 3% anche a ottobre, dopo che la crescita dei prezzi ha toccato questo massimo a settembre, a causa del deprezzamento della sterlina e degli alti prezzi energetici. Questi fattori – si legge nel report – sanno influenzando i prezzi import che confermano una tendenza al rialzo, riversandosi sui prezzi al consumo, ma saranno gradualmente riassorbiti nei prossimi anni. 

Frattanto, la sterlina continua a deprezzarsi sul mercato valutario, dopo la riunione del Board e la pubblicazione del rapporto sull’inflazione: il cambio rispetto al dollaro scende dell’1% a 1,3116, mentre quello con l’euro si attesta a 1,1391 (-0,11%).

La BoE conferma l’outlook sull’inflazione e stima rientro ...