La BCE valuta il quantitative easing “locale”

(Teleborsa) – La Banca Centrale Europea potrebbe presto acquistare obbligazioni emesse da città o grandi regioni nell’ambito di un nuovo piano di quantitative easing.

Da tempo l’Istituito con sede a Francoforte sta valutando la possibilità di incrementare gli stimoli alla luce dell’attuale debolezza dei prezzi in Eurozona.

In occasione del meeting di politica monetaria di fine ottobre il Presidente dell’Eurotower Mario Draghi aveva preannunciato un nuovo intervento senza specificare di che tipo, ma limitandosi a ribadire che la BCE è aperta ad un’ampia gamma di strumenti di politica monetaria.

Secondo Reuters, l’Eurotower avrebbe allo studio l’acquisto di titoli emessi da città quali Parigi e regioni come la Baviera. Dati i tempi stretti, il lancio di questo “QE municipale” non avverrebbe prima di marzo del 2016.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La BCE valuta il quantitative easing “locale”