La BCE interviene sui BTP. Spread di nuovo giù a 249 punti

(Teleborsa) – Rientra lo Spread dopo aver toccato un picco oltre i 300 punti ai massimi da novembre 2018, alla fine della mattinata. Il differenziale dei rendimenti fra BTP e Bund si è riassestato nel pomeriggio a 249 punti -10,5% dopo una serie di interventi mirati effettuati da BCE tramite Bankitalia.

Il rendimento del BTP decennale è così sceso al 2,26%, in calo anche rispetto alla chiusura di ieri, e quello del Bund a -0,24% in chiusura dei mercati europei.

La giornata è stata comunque caratterizzata da una elevata volatilità dei rendimenti dei titoli di stato europei, in concomitanza con un nuovo crollo delle borse.

La possibilità dell’Eutotower di acquistate titoli dei Paesi membri è stata rafforzata la scorsa settimana con il maxi Piano di quantitative Easing da 120 miliardi di euro, che concede anche al direttivo della BCE la flessibilità necessaria per effettuare acquisti aggiuntivi di titoli di singoli Paesi, in particolari momenti, rientrando poi dei maggiori acquisti effettuati con operazioni inferiori nei mesi successivi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La BCE interviene sui BTP. Spread di nuovo giù a 249 punti