La BCE alza le stime di crescita. Draghi: “Velocizzare le riforme strutturali”

(Teleborsa) – “Continueremo a fare acquisti fino alla del 2017 e oltre se necessario”. Lo ha detto il Presidente della BCE, Mario Draghi, aprendo la conferenza stampa successiva all’annuncio della banca centrale europea di lasciare invariati i tassi di interesse, come largamente previsto. 

Il governatore ha sottolineato che le politiche monetarie adottate finora hanno “preservato condizioni finanziarie favorevoli” e se le condizioni dovessero essere incoerenti con l’obiettivo di inflazione dell’Eurotower “saremo pronti a incrementare il programma di acquisti”.

Analizzando il quadro economico, Draghi ha sottolineato che il PIL dell’area euro è salito dello 0,4% su base trimestrale nell’ultima parte del 2016 a un tasso di crescita simile al trimestre precedente. “Abbiamo visto un aumento dell’occupazione e una diminuzione dei rischi al ribasso sull’economia dell’area in questa prima parte dell’anno. Dati che secondo il banchiere mostrano che “la ripresa sembra guadagnare slancio”. 

Tali statistiche permettono di guardare con fiducia al futuro, tanto che i tecnici della BCE hanno rivisto al rialzo le previsioni di crescita dell’area euro al +1,8% sul 2017 e al +1,7% sul 2018 mentre sul 2019 è stata confermata la stima di un +1,6%. 

Ritoccati all’insù anche le previsioni di inflazione dell’area euro all’1,7% sul 2017, all’1,6% nel 2018 e all’1,7% nel 2019. “Queste stime si basano sul presupposto della piena attuazione delle misure di stimolo in corso”, ha puntualizzato il Presidente.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La BCE alza le stime di crescita. Draghi: “Velocizzare le riform...