La Basilicata discute il futuro dell’Aeroporto Costa d’Amalfi

(Teleborsa) – La seconda commissione del consiglio regionale della Basilicata ha affrontato il tema della partecipazione della Regione al capitale sociale del Consorzio aeroporto Salerno — Pontecagnano scarl, lo scalo campano che sorge a una decina di km a sud di Salerno, nelle cui casse la Regione Basilicata ha versato 1,3 milioni di euro, somma che nel 2015 rappresentava il 29% del capitale, quota ridottasi al 14 per cento dopo l’aumento di capitale interamente sottoscritto dalla Regione Campania. Ammonta, invece, a 40 milioni di euro la somma stanziata nella legge di bilancio 2016 dal Ministero delle Infrastrutture per il completamento delle opere e l’allungamento della pista dell’aeroporto “Costa d’Amalfi”. Sullo sfondo l’intenzione di creare la rete degli aeroporti campani con Gesac gestore unico dopo la prevista fusione per incorporazione della società salernitana. Operazione che si vorrebbe portare a termine il 31 dicembre 2018. Intorno al “Costa d’Amalfi” resta caldo il tema dell’allungamento della pista, accompagnato dalla proceduta degli espropri per 54 ettari di terreni, e dei ricorsi al decreto di valutazione dell’impatto ambientale.

La Basilicata discute il futuro dell’Aeroporto Costa d’Am...