La Bank of Japan è preoccupata: crescono i rischi per l’economia

(Teleborsa) – Non poteva essere altrimenti: anche la Bank of Japan è preoccupata per l’economia, perché sono cresciuti i rischi al ribasso della crescita economica.

Lo rivelano i verbali (Minutes) dell’ultima riunione di politica monetaria del 27 e 28 aprile, quando la banca centrale ha deciso di mantenere invariati gli stimoli all’economia, senza aggiungerne ulteriori. 

Come già annunciato dalla Fed e ribadito dalla BCE, destano molte perplessità per il futuro i venti contrari dell’economia internazionale (crisi mercati emergenti, volatilità borse, Brexit ), cui si aggiungono in Giappone anche gli impatti derivanti dalla forza dello yen e dalla debolezza dei consumi. 

La BOJ ha tagliato le previsioni di inflazione, facendo slittare ancora una volta il termine per il raggiungimento del target del 2% a marzo 2018 (sei mesi più tardi di quanto previsto nelle precedenti proiezioni).

Tuttavia, i membri del Board hanno confermato che l’impostazione di politica monetaria resta accomodante e che la decisione di tenere tutto fermo ad aprile non ha a che vedere con un mutamento dell’impostazione di politica monetaria. La Bank of Japan – si sottolinea – è pronta ad intervenire prontamente ad ogni evenienza.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La Bank of Japan è preoccupata: crescono i rischi per l’e...