L’ Eurozona non esce dalla morsa deflazione

(Teleborsa) – L’inflazione dell’ Eurozona si stabilizza ad aprile, dopo i segnali di deflazione arrivati nei mesi precedenti.

Il trend dei prezzi è stato condizionato dalla caduta delle quotazione del petrolio, che tuttavia sta tentando la rimonta recupero.

Secondo l’Ufficio statistico europeo (Eurostat), nel mese di aprile, i prezzi al consumo sono scivolati dello 0,2% su base tendenziale, confermando la stima flash di fine aprile e le attese indicavano un -0,2%. Anche nel mese di marzo si era registrato un -0,2%.

I prezzi al consumo sono rimasti invariati a livello congiunturale, dopo il +1,2% di marzo.

L’inflazione core (depurata dalle componenti più volatili quali cibi freschi, energia, alcool e tabacco) evidenzia un incremento dello 0,7%, su base annua, dal +1% di marzo, lontano dal target del 2% fissato dalla BCE che ha assicurato che continuerà a sostenere una politica monetaria espansiva, per radicare la ripresa economica ed un ritorno dell’inflazione su livelli accettabili,.

Nell’intera Unione Europea l’inflazione ha mostrato un calo dello 0,2% tendenziale la variazione nulla del mese precedente, mentre su base mensile i prezzi sono aumentati dello 0,1%.

L’ Eurozona non esce dalla morsa deflazione
L’ Eurozona non esce dalla morsa deflazione