Kraft Heinz a un passo dal baratro: a rischio il big della maionese e del ketchup

Il colosso del settore food è affossato da debiti di 28 miliardi e margini operativi sempre più stretti

Quando la fusione venne ufficializzata nel 2015, molti analisti credevano che si fosse venuto a formare un colosso destinato a dominare il settore “food” per i decenni a seguire. La realtà, invece, è stata tutt’altra: la fusione tra Kraft e Heinz, due dei maggiori gruppi alimentari al mondo, si è rivelata essere un fallimento e ora il gruppo è sull’orlo del baratro.

Affossato da una situazione debitoria fuori controllo e da nuove tendenze in ambito nutrizionistico, il gruppo che vanta nel suo portafogli marchi conosciuti in tutto il mondo (in Italia, ad esempio, sono proprietari di Plasmon e Aproten) vede quotidianamente calare il proprio valore in borsa.

Dall’inizio del 2018 le azioni hanno perso il 38% e le agenzie di rating internazionale (Standard & Poor’s e Fitch) hanno dato un giudizio più che negativo al management del colosso statunitense. Nell’ultima revisione, di pochi giorni fa, il rating è passato da BBB- a BB+, livello colloquialmente definito “spazzatura”. Insomma, il titolo Kraft Heinz vale poco più della carta su cui è stampato.

Galeotto fu il dividendo

A far letteralmente precipitare la situazione è stata la decisione del consiglio di amministrazione di riconoscere ugualmente agli azionisti il dividendo trimestrale.

E, nonostante i conti non siano dei migliori e la situazione debitoria al limite del collasso, è stato deciso di pagare un dividendo di 40 centesimi di dollaro ad azione. Se la scelta verrà confermata, il conto totale sarà di 2 miliardi di dollari. Il tutto nonostante i margini di profitto sono in calo da diversi anni a questa parte.

La dirigenza ha ovviamente rassicurato sul futuro dell’azienda, sostenendo che la situazione sia assolutamente sostenibile e che si è al lavoro per ridurre l’indebitamento nella maniera più veloce possibile.

Ma ha anche aggiunto quanto sia importante garantire la remunerazione degli azionisti in una fase di transizione come quella che si sta attraversando. Per la cronaca, il maggior beneficiario del dividendo sarebbe il fondo Berkshire Hathaway di Warren Buffett, che porterebbe a casa circa 500 milioni di dollari.

Nuovo stile di vita

Secondo diversi analisti, tra le ragioni che avrebbero scatenato la crisi all’interno del gruppo Kraft Heinz troviamo i nuovi stili di vita, decisamente più salutisti, che si stanno affermando un po’ in tutto il mondo.

I consumatori sembrano essere sempre più disaffezionati ai cibi precotti e pronti tipici dell’offerta del gruppo che, a sua volta, non sarebbe stato in grado di intercettare per tempo questa nuova tendenza.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Kraft Heinz a un passo dal baratro: a rischio il big della maionese e ...