Juventus in fondo al FTSE MIB paga dazio col bilancio in rosso

(Teleborsa) – Si muove in profondo rosso Juventus, che è in forte flessione, mostrando una perdita del 6,64% sui valori precedenti.

A pesare sulle azioni contribuisce la perdita registrata in bilancio 2018-2019 per 39 milioni di euro e l’annuncio dal parte del CdA di un aumento di capitale fino a 300 milioni nell’ambito del piano di sviluppo per gli esercizi 2019-2020 e 2023-24.

La tendenza ad una settimana della società operante nel settore del calcio professionistico è più fiacca rispetto all’andamento del FTSE MIB. Tale cedimento potrebbe innescare opportunità di vendita del titolo da parte del mercato.

Per il medio periodo, le implicazioni tecniche assunte da Juventus restano ancora lette in chiave negativa. Qualche segnale di miglioramento emerge invece per l’impostazione di breve periodo, letto attraverso gli indicatori più veloci che evidenziano una diminuzione della velocità di discesa. Possibile a questo punto un rallentamento della discesa in avvicinamento a 1,273 Euro. La resistenza più immediata è stimata a 1,34. Le attese sono per una fase di reazione intermedia tesa a riposizionare il quadro tecnico su valori più equilibrati e target a 1,408, da raggiungere in tempi ragionevolmente brevi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Juventus in fondo al FTSE MIB paga dazio col bilancio in rosso