Johnson & Johnson, trimestrale batte attese. Ricavi per 100 milioni da vaccino Covid

(Teleborsa) – Johnson & Johnson ha registrato risultati migliori delle attese nel primo trimestre del 2021. I ricavi sono stati pari a 22,3 miliardi di dollari, in crescita del 7,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, e si confrontano con i 21,98 miliardi di dollari previsti dagli analisti. L’utile per azione rettificato è stato di 2,59 dollari, in aumento del 12,6% sul 2019 e superiore ai 2,34 attesi, secondo dati Refinitiv.

La società farmaceutica statunitense ha riportato 100 milioni di dollari di ricavi nel primo trimestre dal suo vaccino Covid-19 (tutti concentrati negli USA), che nel frattempo è in attesa di un via libera negli Stati Uniti e in Europa dopo la sospensione delle sua somministrazione a causa di rari problemi di coagulazione del sangue.

“Johnson & Johnson ha registrato un’ottima performance nel primo trimestre, guidata dalla crescita superiore alla media del mercato della divisione Pharmaceutical e dalla continua ripresa del business dei Medical Devices”, ha affermato Alex Gorsky, presidente e amministratore delegato.

La società ha rivisto al rialzo la guidance per l’intero anno 2021: i ricavi sono attesi in crescita tra l’8,7% e il 9,9% rispetto al 2020 (contro stime precedenti tra l’8% e il 9,5%), mentre l’utile per azione rettificato dovrebbe essere tra i 9,42 e i 9,57 dollari per azione, in crescita tra il 17,3% e il 19,2% rispetto al precedente esercizio.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Johnson & Johnson, trimestrale batte attese. Ricavi per 100 milion...