Jobs Act, pugno duro della Francia, ok a manifestare ma corteo ridotto

(Teleborsa) – I sindacati hanno ottenuto il diritto di svolgere la manifestazione contro la riforma della legge sul lavoro programmata per domani, nonostante il divieto della Prefettura a manifestare in Francia, contro il Jobs Act. Ma a una condizione, il ministero dell’Interno, ha definito il percorso: partenza e arrivo sulla piazza della Bastiglia dopo un tragitto di circa 1 km.

Lo ha annunciato il leader del sindacato CGT, Philippe Martinez, dopo un incontro con il ministro Bernard Cazeneuve. “E’ un buon segno. Una vittoria per i sindacati e per la democrazia” ha commentato con soddisfazione Martinez. 

La Prefettura di Parigi aveva inizialmente vietato la manifestazione, dopo i gravi incidenti delle ultime dimostrazioni. L’ultima, quella del 14 giugno, quando il corteo si trasformò in una guerriglia, mettendo a soqquadro Parigi. Lanci di oggetti contundenti, fumogeni e cariche della polizia in tenuta antisommossa contro manifestanti incappucciati.

La protesta dei lavoratori si è così trasformata in tragedia: decine di feriti e più di una decina di fermi di polizia.

Jobs Act, pugno duro della Francia, ok a manifestare ma corteo ri...