Ivass, raccolta premi in calo nel 2017. Frena il settore vita

(Teleborsa) – La contrazione della raccolta premi nel settore vita ha pesato sul bilancio delle assicurazioni nel 2017. Secondo l’IVASS – Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni – lo scorso anno la raccolta premi nei rami vita e danni del mercato assicurativo italiano è stata pari a 141 miliardi di euro, in calo del 2,3% rispetto al 2016.

I premi sono stati raccolti dalle imprese nazionali e dalle rappresentanze in Italia di imprese extra S.E.E. per 131 miliardi di euro (-2,4%) e dalle rappresentanze in Italia di imprese con sede legale in altro Stato S.E.E. per 10 miliardi di euro (-0,1%).

In particolare il settore vita, che rappresenta i tre quarti del mercato italiano, è in riduzione per il secondo anno consecutivo dopo la forte crescita del biennio 2013-2015. Nel 2017 la contrazione della raccolta è stata pari a 3,8 miliardi di euro rispetto al 2016 (-3,5%). Si registra una contrazione del ramo I (-14,7%), non compensata dall’aumento del ramo III (polizze unite index-linked) (+25,7%). Anche la nuova produzione vita si riduce di 1,8 miliardi di euro (-2,4%) rispetto al 2016.

Cresce la raccolta nel settore danni, +1,5% su base annua, pari a 542 milioni di euro; il recupero del 2017, che ha interessato tutti i principali rami ad eccezione del ramo R.C. auto (-2,2%), chiude il ciclo regressivo del settore iniziato nel 2011.

Sportelli bancari e postali restano le principali fonti di distribuzione delle polizze vita (58,8% del totale premi), anche se in calo di -4 miliardi di euro rispetto al 2016. A seguire ci sono i Consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede, che guadagnano quote di intermediazione. Nel settore danni si conferma il primato delle Agenzie con mandato (71,6% del totale raccolta danni e l’85% della R.C. autoveicoli terrestri); la raccolta di polizze intermediate tramite Brokers e Sportelli bancari e postali è complessivamente aumentata di oltre mezzo miliardo di euro.

Ivass, raccolta premi in calo nel 2017. Frena il settore vita