Itema si prepara a sbarcare a Piazza Affari. Vede IPO entro primo semestre

(Teleborsa) – Itema ha presentato oggi, 9 Aprile, domanda di ammissione a quotazione delle proprie azioni ordinarie sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana, ricorrendone i presupposti, sul segmento STAR.

Lo fa sapere con una nota il gruppo specializzato nella produzione di telai tessili, spiegando che le azioni ordinarie saranno collocate esclusivamente presso investitori istituzionali in Italia e all’estero. 

Dettagli dell’operazione
Le azioni ordinarie oggetto dell’offerta saranno in parte offerte in sottoscrizione dalla società – tramite un aumento di capitale di massime n. 20.000.000 di azioni ordinarie, pari al 23,8% del capitale sociale della società post aumento – e in parte, pari a massime complessive n. 7.250.000, poste in vendita da società Elettrica Radici (SER) – detenuta dalla famiglia erede di Gianni Radici, – attuale socio di maggioranza della società, titolare di una partecipazione del 60% del capitale sociale della Società – e 
TAM – detenuta dalle famiglie Arizzi e Torri (che detengono altresì direttamente e indirettamente circa il 33% del capitale sociale) – socio titolare, alla data odierna, di una partecipazione del 7,1% del capitale sociale della Società.

Nel contesto dell’offerta è, inoltre, prevista la concessione da parte di SER e TAM della cosiddetta opzione Greenshoe sino a massime complessive n. 3.815.000 azioni della Società. Le azioni ordinarie oggetto dell’Offerta, opzione Greenshoe inclusa, rappresenteranno una percentuale non inferiore al 35% del capitale sociale della Società post aumento. Il numero complessivo di azioni ordinarie oggetto di Offerta, nonché della c.d. opzione Greenshoe, in aggiunta ad altre condizioni rilevanti della stessa, sarà determinato in prossimità dell’avvio dell’Offerta stessa.

Gli Azionisti Venditori, SER e TAM, assumeranno impegni di lock-up, in linea con la prassi di mercato per questo tipo di operazioni, per un periodo di 180 giorni decorrenti dalla data di avvio delle  negoziazioni.

Itema prevede che l’operazione venga completata entro il primo semestre del 2018, compatibilmente con le condizioni di mercato e subordinatamente al rilascio del provvedimento di ammissione a quotazione da parte di Borsa Italiana e all’approvazione del Prospetto da parte di Consob.

Nell’ambito del processo di quotazione la società è assistita da Pirola Corporate Finance S.p.A., come advisor finanziario, dallo studio Pirola Pennuto Zei & Associati, per gli aspetti legali di diritto italiano e di diritto tributario italiano, dallo studio Latham & Watkins per gli aspetti legali di diritto internazionale e dallo Studio Associato – Consulenza legale e tributaria (KPMG) per le attività fiscali di diritto internazionale.

Banca IMI S.p.A., Credit Suisse Securities (Europe) Limited e Banca Akros S.p.A., assistite dallo studio Baker McKenzie, agiscono quali Joint Global Coordinator, Joint Bookrunner nell’ambito dell’Operazione. Banca IMI svolge nell’Operazione anche il ruolo di sponsor e specialista.

Itema si prepara a sbarcare a Piazza Affari. Vede IPO entro primo&nbs...