Italiani rinunciano al superfluo…e non solo

(Teleborsa) – Gli italiani popolo di Santi Navigatori e Poeti…ma anche di risparmiatori. 

Gli italiani sono sempre più previdenti e rinunciano a pasti fuori casa (70,9%), estetista, parrucchiere, articoli di profumeria (66,2%), viaggi e vacanze (68,6%).  E’ quanto rivela il rapporto “Italia 2017” dell’EURISPES che spiega come secondo il 51,5% degli italiani la riduzione del proprio potere di acquisto è stata nulla o poco rilevante (erano il 46,8% lo scorso anno), al contrario il 48,5% ha visto erodere la propria capacità di spesa (nel 2016, il 53,1%).

Per l’acquisto di generi alimentari, il 69,7% dei consumatori cambia marca di un prodotto se più conveniente mentre il 57% si è rivolto ai discount. I consumatori che vanno al mercato dell’usato sono il 25,1% un 4,2% in meno rispetto allo scorso anno . Anche gli acquisti online fatti dal 40,4% dei consumatori diminuisce del 3,7%, mentre iniziano a diffondersi formule di baratto tramite Internet (17,8%).

Fa riflettere il dato su chi è stato costretto a tagliare le spese mediche ossia il 38,1% degli intervistati un +3,9% rispetto allo scorso anno. Salgono dell’ 8% coloro che utilizzano i mezzi pubblici per risparmiare sulla benzina. I tagli hanno colpito anche le spese dedicate agli animali domestici, alla baby sitter, alla donna delle pulizie/domestici. Nel 36,2% dei casi si riduce anche sulla spesa per badanti.

 

Italiani rinunciano al superfluo…e non solo
Italiani rinunciano al superfluo…e non solo