Italian Sustainability Day, Jerusalmi: sempre più orientati a finanza sostenibile

(Teleborsa) – In occasione dell’Italian Sustainability Day 2019, Borsa Italiana ricorda che riveste un ruolo attivo nel promuovere la finanza sostenibile. Nell’ambito della sua missione è entrata a far parte della Sustainable Stock Exchanges Initiative, sostenuta dalle Nazioni Unite e partecipa inoltre al Technical Expert Group on Sustainable Finance (TEG) della Commissione Europea. È inoltre partner della Climate Bonds Initiative e, attraverso il London Stock Exchange Group, è tra gli osservatori dei Green Bonds Principles, International Capital Markets Association.

“Borsa Italiana è in prima linea nella promozione di una cultura finanziaria sempre più orientata alle tematiche della finanza sostenibile – ha dichiarato Raffaele Jerusalmi, Amministratore Delegato di Borsa Italiana – . Oltre a sensibilizzare gli stakeholder facilitando il dialogo tra le imprese e gli investitori anche in merito ai temi ESG, Borsa Italiana mette a disposizione del mercato una serie di strumenti per meglio identificare e analizzare il mondo della finanza sostenibile come la Guida ESG, il cui fine è quello di sensibilizzare le società quotate e il framework di Governo Societario, dedicato alle PMI non quotate. I roadshow di Borsa Italiana, come l’Italian Sustainability Day, sono inoltre occasione di incontro, di riflessione e di condivisione in cui si delineano i prossimi passi verso una crescita sempre più sostenibile e a basso impatto ambientale“.

I dati elaborati da Borsa Italiana in base al FTSE Russell ESG score (un indicatore sintetico di mercato che aggrega oltre 300 variabili di sostenibilità e governance calcolate a livello di singola società), mostrano come il mercato azionario italiano si posizioni per attenzione e disclosure delle imprese agli aspetti ambientali, sociali e di governance sopra la media mondiale e al quarto posto in Europa, a riprova dell’importante percorso fatto dalle società italiane quotate e dall’intero sistema finanziario in tema di sostenibilità.

Gli investitori integrano sempre più le variabili ESG all’interno delle proprie strategie d’investimento: a livello mondiale i firmatari dei Principles for Responsible Investment (associazione internazionale indipendente supportata dalle Nazioni Unite) gestiscono a oggi circa 85 mila miliardi di dollari. Il 70% dell’ammontare detenuto dai primi 15 investitori istituzionali nel FTSE MIB è riconducibile ai firmatari dei Principles for Responsible Investment.

(Foto: © malp/123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Italian Sustainability Day, Jerusalmi: sempre più orientati a finanza...