Italia, superindice OCSE conferma moderazione del ritmo di crescita

(Teleborsa) – Il ritmo di espansione dell’attività economica nell’area OCSE nel suo complesso “sembra destinato a continuare a moderarsi dopo il rimbalzo post-pandemia”. È quanto indica l’aggiornamento mensile del superindice economico dell’OCSE (l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) per il mese di settembre. Questo indicatore è stato ideato per anticipare i punti di svolta dell’attività economica rispetto al trend.

Per il mese di settembre, il superindice che anticipa di 6-9 mesi le tendenze economiche future, si conferma a 100,9 punti nell’aera OCSE, come nei due mesi precedenti. Stabile anche l’indicatore dell’Eurozona a 101,1 punti. Tra i Paesi membri dell’UE, in Francia l’indicatore è sempre a 99,4 punti, mentre in Germania si è assestato a 102 punti. In Italia, il leading indicator aumenta leggermente a 102,2 da 102,1 punti.

Gli ultimi composite leading indicators (CLI, detti sinteticamente superindice) continuano ad anticipare un ritmo moderato di espansione in Canada, nell’area euro e nel Regno Unito, come il mese scorso. Indicazioni simili sono ora emerse negli Stati Uniti e in Giappone (che il mese scorso indicavano “stable growth”). In Francia, il CLI prevede che i livelli del PIL reale rimangano al di sotto della tendenza a lungo termine e suggerisce anche che la crescita dovrebbe rallentare.

Tra le principali economie dei mercati emergenti, il CLI per la Cina, appesantito dalla contrazione della produzione di acciaio, punta ora verso una crescita stabile dall’aumento costante indicato nel mese scorso. In India il CLI indica una crescita stabile, ma i livelli del PIL reale dovrebbero rimanere al di sotto del trend di crescita di lungo termine. Si prevede un rallentamento della crescita in Brasile. Il CLI per la Russia punta ancora a un costante aumento della crescita al di sopra del trend di crescita del PIL a lungo termine.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Italia, superindice OCSE conferma moderazione del ritmo di crescita