Italia, prezzi produzione a picco per il mini greggio

Anche in Italia, come sta accadendo in molti Paesi occidentali, l’andamento dei prezzi alla produzione è depresso dal crollo del greggio, che frena anche l’inflazione.  

Secondo gli ultimi dati dell’Istat, i prezzi alla produzione ad agosto sono scesi dello 0,7% su mese e del 2,9% rispetto ad agosto 2014.

Le diminuzioni del livello generale dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali sono interamente imputabili al calo dei prezzi dei prodotti energetici, al netto dei quali si registrano variazioni nulle sia a livello congiunturale sia su base tendenziale.

Nel dettaglio, i prezzi dei prodotti venduti sul mercato interno diminuiscono dello 0,7% rispetto a luglio e del 3,6% su base tendenziale, mentre i prezzi dei beni venduti sul mercato estero segnano una diminuzione dello 0,4% sul mese precedente (con una variazione negativa dello 0,4% sia per l’area euro sia per quella non euro) e dello 0,8% tendenziale (-1,2% per l’area euro e -0,4% per l’area non euro).

Il settore di attività economica per il quale si rileva il calo tendenziale dei prezzi più marcato è quello della fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati, con diminuzioni del 18,2% sul mercato interno e del 27,6% su quello estero.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Italia, prezzi produzione a picco per il mini greggio