Italia, non riparte l’edilizia a marzo

(Teleborsa) – Marzo ancora in calo per il settore edile italiano.

Nel mese in esame, rileva l’Istat, l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni diminuisce dell’1,2% rispetto al mese precedente.

Nello stesso mese la stima degli indici di costo del settore fa registrare una variazione congiunturale nulla per il fabbricato residenziale e una diminuzione dello 0,2% sia per il tronco stradale con tratto in galleria sia per quello senza tratto in galleria.

Nella media del primo trimestre di quest’anno, l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni cala dell’1% rispetto al trimestre precedente.

Su base annua, a marzo 2018 si registra una flessione del 4,7% per l’indice della produzione nelle costruzioni corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi sono stati 22 contro i 23 di marzo 2017), mentre si osserva una contrazione dell’8,0% per l’indice grezzo.

Sempre su base annua, gli indici del costo di costruzione aumentano dello 0,8% per il fabbricato residenziale e per il tronco stradale con tratto in galleria e dell’1,2% per quello senza tratto in galleria.

Italia, non riparte l’edilizia a marzo