Italia nella morsa del maltempo: allerta rossa in Sicilia e in Sardegna. In Veneto “situazione apocalittica”

(Teleborsa) – Italia ancora sferzata dal maltempo. Allerta rossa nella giornata di oggi in tutta l’area nord-occidentale della Sicilia, sia per rischio idrico sia per rischio idrogeologico. L’allerta durerà fino a questa sera a causa delle diffuse, “a prevalente carattere di rovescio o temporale, sui settori occidentali e versanti meridionali centrali della Sicilia, con quantitativi cumulati da elevati a molto elevati; da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sul resto della Sicilia con quantitativi cumulati generalmente moderati, più rilevanti sui versanti ionici della Sicilia nord-orientale”.

VITTIME DA NORD A SUD – Intanto sale l’elenco delle vittime: una turista tedesca è stata uccisa da un fulmine in Sardegna e un 34enne deceduto a Trento in ospedale 4 giorni dopo essere stato colpito da una saetta.

IN VENETO SITUAZIONE APOCALITTICA -“Situazione apocalittica”. “Dobbiamo partire subito perché se dobbiamo attendere la conta dei danni ci attiveremo almeno tra due mesi. Abbiamo una sofferenza in tutta Italia, ma in questo territorio è molto più pesante”. Lo ha detto a Belluno il Direttore del Dipartimento della Protezione Civile Nazionale Angelo Borrelli all’incontro con il presidente del Veneto Luca Zaia, al termine del sopralluogo sulle zone colpite dal maltempo.

GOVERNO PENSA ALLO STOP DI TASSE E CARTELLE – Italia dunque in piena emergenza e per le zone maggiormente colpite, in particolare Liguria, Veneto e Friuli Venezia Giulia, il governo pensa allo stop di tasse e cartelle. Lo ha preannunciato il viceministro all’Economia Laura Castelli, secondo cui “la sospensione degli obblighi fiscali così come delle azioni di riscossione per questi territori sono una misura prioritaria che deve essere accompagnata da un sostegno finanziario per rimettere in piedi la rete dei servizi e delle infrastrutture”.

Italia nella morsa del maltempo: allerta rossa in Sicilia e in Sardegn...