Italia, nel 2016 calo del deficit/ PIL. Sale il debito pubblico

(Teleborsa) – Nel 2016, scende il deficit dell’ Eurozona che passa dal 2,1% del PIL del 2015 all’1,5%del PIL nel 2016. Scende anche il deficit nell’Intera Europa (UE28) che passa dal 2,4% all’1,7% del PIL.

Nell’area dell’Euro il rapporto del debito pubblico con il PIL è diminuito dal 90,3% di fine del 2015 all’89,2% di fine 2016, e nell’UE28 dall’ 84,9% è passato a 83,5%.  Lo rivela l’EUROSTAT, l’Ufficio statistico dell’Unione europea.

In Italia, il deficit di bilancio è calato al 2,4% del PIL, dal 2,7% registrato nel 2015. Il debito pubblico è invece salito al 132,6% del PIL, dal 132,1% del 2015. I dati sono contenuti nella prima notifica riassuntiva elaborata dall’ente di statistica comunitario, partendo dai dati riferiti dalle varie autorità nazionali, a consuntivo dei bilanci di tutti i Paesi dell’Unione europea. 

Alla fine del 2016, i rapporti più bassi tra debito/ PIL si sono registrati in Estonia (9,5%), in Lussemburgo (20%), Bulgaria (29,5%), Repubblica ceca (37,2%), Romania (37,6%) e Danimarca (37,8%). 

L’Italia, invece rientra tra gli Stati membri con un rapporto debito pubblico superiore al 60% del PIL. Il più alto è stato registrato in Grecia
(179%). A seguire l’Italia (132,6%) poi Portogallo (130,4%), Cipro (107,8%) e Belgio (105,9%).

Italia, nel 2016 calo del deficit/ PIL. Sale il debito pubblico