Italia, in calo l’attività del terziario tricolore

(Teleborsa) – Il marginale calo dell’attività del settore terziario in Italia, pone fine a 14 mesi di crescita. A maggio, per la prima volta da dicembre 2014 il settore servizi italiano, cala a 49,8 dai 52,1 di aprile.

L’indice Pmi servizi elaborato da Markit/Adaci, che scivola sotto la soglia dei 50 punti, lo spartiacque tra arrività in espansione e attività in contrazione, getta benzina sul fuoco delle incertezze di una modesta crescita economica. I rischi di rallentamento per l’attività economica italiana, nel breve periodo i rinnovati timori sulla Brexit , le incertezze che aleggiano sull’economia mondiale minano le fondamenta della crescita del Paese.

“L’economia del terziario italiano segnando a maggio un leggero calo dell’attività segna inoltre una debole di nuovi ordini”, spiega Markit che aggiunge “conseguentemente, le assunzioni sono diminuite, mentre la fiducia sulle prospettive sugli affari per l’anno prossimo è crollata ai minimi su 9 mesi. Allo stesso tempo, l’inflazione dei costi è aumentata al record su 12 mesi, sebbene le pressioni concorrenziali abbiano causato un ulteriore calo delle tariffe applicate”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Italia, in calo l’attività del terziario tricolore