Italia, frena il commercio al dettaglio in gennaio

(Teleborsa) – Parte male il 2018 per il commercio al dettaglio tricolore dopo i segnali di rallentamento visti a dicembre.

Nel mese di gennaio, le vendite al dettaglio sono scese su base mensile dello 0,5% in valore e dello 0,7% in volume. In particolare, le vendite di beni alimentari non subiscono variazioni, mentre quelle di beni non alimentari calano dello 0,9% in valore e dell’1% in volume.

Lo comunica l’ISTAT, spiegando che a partire dal 2018 sono state introdotte delle novità, in particolare, l’ampliamento del campo di osservazione, che ora include anche le imprese che svolgono come attività prevalente il commercio elettronico.

Nel trimestre novembre 2017-gennaio 2018, l’indice complessivo registra un calo dello 0,2% in valore e dello 0,5% in volume. Nello stesso periodo, le vendite di beni alimentari diminuiscono dello 0,4% in valore e dell’1,0% in volume; sostanzialmente stabile risulta l’andamento dei beni non alimentari.

Rispetto a gennaio 2017, le vendite al dettaglio registrano una flessione dello 0,8% in valore e dell’1,9% in volume.

Sempre rispetto a gennaio 2017, il valore delle vendite al dettaglio diminuisce dell’1,2% sia per la grande distribuzione sia per le imprese operanti su piccole superfici, mentre il commercio elettronico registra un aumento del 2,4%.

Italia, frena il commercio al dettaglio in gennaio