Italia, economia in ripresa ma ancora lontana dai livelli pre-crisi

(Teleborsa) – L’economia italiana mostra segnali di ripresa ma è ancora lontana dai livelli pre-crisi. “Se la crescita dovesse proseguire al passo attuale, il recupero dei livelli persi nel corso della crisi si concluderebbe nel 2021”. È quanto rileva il Centro Studi di Confindustria nel rapporto Scenari Industriali.

La risalita del PIL e’ partita nella seconda metà del 2013 ed è proseguita a un “passo più veloce” dall’inizio del 2015, fino a diventare più robusta dalla fine del 2016. 

Il Centro Studi di Confindustria evidenzia coma “nonostante una dinamica del PIL più robusta delle attese, la crescita dell’economia è ancora inferiore a quella degli altri Paesi europei e il differenziale rimane elevato rispetto all’area euro”. 

Nel manifatturiero, l’Italia si conferma al settimo posto a livello globale e al secondo a livello europeo. Nella classifica annuale del 2016 stilata dal Centro studi di Confindustria, l’Italia è seconda solo alla Germania. Nello scenario mondiale, sul gradino più alto del podio rimangono Cina e Stati Uniti

Sul fronte del lavoro, il rapporto rileva che l’occupazione nel manifatturiero italiano dall’autunno 2007 all’inverno 2015 è complessivamente “calata di quasi 800 mila unità (-17,1%)”.

Dalla primavera del 2015 “si osserva un cambiamento di rotta: il monte ore lavorate è aumentato del 5,2% (fino a metà 2017), prevalentemente per l’allungamento degli orari di lavoro; l’occupazione ha fatto registrare un +1,5%, circa 60 mila addetti in più”.

Italia, economia in ripresa ma ancora lontana dai livelli pre-crisi
Italia, economia in ripresa ma ancora lontana dai livelli pre-cri...