Italia, cresce a marzo il disagio sociale

(Teleborsa) – Il Misery Index Confcommercio (MIC) si è attestato, nel mese di marzo a 17,6 punti, quattro decimi di punto in più rispetto a febbraio. Stabile la disoccupazione estesa (13,4%), mentre salgono i prezzi dei beni e servizi ad alta frequenza d’acquisto dello 0,8% (a febbraio era 0,3%).

Nonostante il peggioramento, l’area del disagio sociale resta ad uno dei livelli più bassi degli ultimi anni e si inserisce in un contesto nel quale la ripresa sembra aver perso slancio, mentre i principali indicatori congiunturali evidenziano segnali tra loro contrastanti. In questa situazione, sottolinea l’Ufficio Studi di Confcommercio, “è difficile ipotizzare una dinamica occupazionale atta a favorire una riduzione significativa della disoccupazione, confermando le difficoltà già emerse negli ultimi mesi”.

A marzo il tasso di disoccupazione ufficiale è rimasto stabile rispetto al mese precedente. Il dato ha riflesso un miglioramento sul versante degli occupati, +62mila unità rispetto a febbraio. Più favorevole risulta il confronto su base annua, con una riduzione di mezzo punto percentuale del tasso di disoccupazione, in considerazione di un aumento degli occupati di 190mila unità e di una diminuzione dei disoccupati pari a 118mila unità.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Italia, cresce a marzo il disagio sociale