Italia, aprile in salita per le immatricolazioni di moto

(Teleborsa) – Le immatricolazioni di veicoli motorizzati a due ruote ad aprile totalizzano 24.615 veicoli, pari a un +14,1% rispetto allo stesso mese del 2017.

Il comparto scooter con 13.615 unità realizza un +17,3%, mentre le moto con 11.000 pezzi seguono con un +10,4%, consolidando il trend positivo.

Restano in flessione i “cinquantini” che totalizzano 1.495 registrazioni, pari al -25,5%. Il mese di aprile pesa circa il 12% delle vendite annuali in Italia. Lo rende noto Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

“La ripresa di aprile non era scontata dopo la battuta d’arresto di marzo e il primo quadrimestre del 2018 segna comunque un risultato positivo. Il picco di stagionalità dei prossimi mesi sarà decisivo per l’andamento dell’intero anno”- afferma Andrea Dell’Orto, Presidente di Confindustria ANCMA che aggiunge. “il quadro economico evidenzia qualche preoccupazione dovuta al rallentamento della produzione industriale, ai problemi per le esportazioni e ad una domanda interna più debole. L’intero comparto automotive ha rappresentato un elemento propulsivo anticipando il recupero della domanda anche a causa della necessaria sostituzione dei veicoli. Il nostro settore spera che non si scateni una guerra commerciale con dazi che danneggiano il corretto sviluppo del mercato in particolare per i prodotti italiani negli Stati Uniti.

Italia, aprile in salita per le immatricolazioni di moto