Italgas sulle montagne russe nel giorno del ritorno a Piazza Affari

(Teleborsa) – Italgas rimane sotto i riflettori di Piazza Affari.

Nel giorno del ritorno a Palazzo Mezzanotte (a tredici anni dal delisting,avvenuto nel 2003) il titolo che era partito in rialzo si sgonfia. 

Il titolo ha aperto a 4,062 euro, mentre al momento le azioni vengono scambiate 3,94 con un calo dell’1,40%.  Lo scorso giugno, il Consiglio di amministrazione di Snam aveva dato il via libera allo scorporo di Italgas.

Nata nel 1837 a Torino come Compagnia di Illuminazione a Gas per la Città di Torino, l’azienda nel corso degli anni cambiò più volte nome divenendo prima Società Italiana per il Gas, poi Stige e infine Italgas.

“Un’azienda con una storia di 180 anni alle spalle ma proiettata al futuro” come ha dichiarato detto il CEO di Borsa Italiana, Raffaele Jerusalmi.

Intanto arrivano anche le dichiarazioni di Paolo Gallo, amministratore delegato del gruppo che rivela che “Italgas per il 2016 pagherà un dividendo di 20 cent ai propri azionisti, che lo vedranno poi in crescita nel biennio successivo del 2/3%”. Un impegno “minimo” ha detto il numero uno del Gruppo, di fronte al quale “sicuramente sapremo fare meglio”.

Durante il suo intervento dal palco di Palazzo Mezzanotte, Gallo ha anche dichiarato: “Dal 2019, con una situazione post gare più chiara, potremo remunerare anche meglio i nostri azionisti”.

Italgas sulle montagne russe nel giorno del ritorno a Piazza Affa...