Itabus, arrivano 20 nuovi bus e 9 nuove destinazioni

(Teleborsa) – Itabus continua a crescere, a soli 5 mesi dalla sua partenza. La società privata di trasporto su gomma a lunga percorrenza, che opera sulle strade italiane dallo scorso 27 maggio, ha avviato i servizi con un sesto di quella che sarà la flotta a regime: 50 bus su 300. Ora sono in arrivo altri 20 mezzi targati MAN (gruppo Volkswagen), portando a 70 i bus al momento operativi. Un aumento della flotta che va di pari passo con l’incremento del network, sempre più capillare e radicato sul territorio. Ci saranno 9 nuove destinazioni: Asti e Alessandria collegate a partire dal 16 novembre, mentre dal 2 dicembre faranno il loro debutto nel network Itabus anche Brescia, Mantova, Cesena, Giulianova-Mosciano Sant’Angelo, l’aeroporto di Roma Ciampino, Massafra e Taranto.

Oltre alle new entry, saranno implementate anche le relazioni fra le città già presenti nella rete Itabus, portando a più di 2mila le frequenze giornaliere: nuove linee come la Roma-Torino (12 viaggi al giorno) e la Napoli-Torino (6 servizi quotidiani), e collegamenti aggiuntivi su tratte particolarmente strategiche. Solo per fare alcuni esempi diventeranno 30 al giorno i viaggi fra Roma e Milano (rispetto ai 14 attuali), 8 quelli tra Milano e Torino (in confronto agli attuali 2), 54 quelli fra Napoli e Roma (rispetto ai 34 di oggi).

“Proseguiamo il nostro percorso di crescita in tutto il Paese. L’arrivo di questi ulteriori 20 autobus ci darà la possibilità di incrementare network e frequenze” dichiara Francesco Fiore, AD di Itabus. “La capillarità sul territorio è uno dei nostri capisaldi, connettiamo tutta Italia, dalle grandi città ai piccoli centri. Siamo solamente all’inizio di questo percorso ma già stiamo ricevendo una buona risposta dal mercato, intercettando la forte domanda di trasporto”.

“Siamo una realtà giovane che guarda alle esigenze di ogni tipologia di viaggiatore. Sappiamo quanto oggi sia importante offrire un pacchetto di viaggio completo e per questo stiamo implementando servizi di ancillary come quelli di mobilità condivisa con auto, bici e monopattini, piuttosto che il deposito bagagli presso le autostazioni grazie ad apposite partnership. La crescita di Itabus, infatti, oltre che dall’incremento del network passa anche dall’attenzione verso il viaggiatore e dai servizi quotidianamente offerti. Ci aspettiamo di riscontrare il successo ottenuto fino ad oggi anche nelle nuove località che andremo a servire” afferma Enrico Zampone, AD di Itabus.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Itabus, arrivano 20 nuovi bus e 9 nuove destinazioni